PERCORSO “ONDE DANZANTI” PER ADULTI E AMATORI ALLA SCOPERTA DEL PROPRIO CORPO

OndaLab

FridayFri. 01 OctoberOct. - TuesdayTue. 31 MayMay.

“Danzare il quotidiano”

Il percorso è pensato per tutti coloro che desiderano avvicinarsi alla cultura del movimento attraverso un approccio semplice e gentile, che rispetta l’organicità del corpo, i propri limiti e la propria esperienza.

Danzare il Quotidiano è un invito a scoprire come gesti ed azioni ordinari possono tradursi in una danza, non virtuosistica o estetica, bensì quella che a nostra insaputa, si trova a portata di mano, una danza che ci riguarda e che appartiene a ciascuno di noi.

Martina De Domenico

Schermata-2021-10-13-alle-21.16.13.png

Inizia lo studio della danza classica all’età di sei anni presso la scuola Academy Ballet di Livorno, sotto la direzione e l’insegnamento del maestro Pino Testa, sostenendo annualmente gli esami del metodo R.A.D.
Continua gli studi della danza classica e moderna presso la scuola di Danza Arabesque di Livorno rispettivamente con i maestri Alessandro Bigonzetti e Roberta Furlan , frequentando nel frattempo il teatro con un corso triennale presso la Scuola Artimbanco di Cecina (Li)
Dal 2005 inizia una formazione di ricerca personale conseguendo il titolo di Counselor Professionista A.I.C.O. con indirizzo artistico, presso L’Istituto Gestalt Arcobaleno di Lucca, sotto la direzione di Emanuele Perelli e con maestri quali Paolo Quattrini , scuola d’arte Kotoba.
Diplomata al Liceo Classico, prosegue gli studi umanistici presso la facoltà di lettere di Pisa , Beni Culturali ad indirizzo archeologico partecipando a scavi prevalentemente romani tra i quali il Foro di Nerva, Fori Imperiali di Roma, conduce laboratori di archeologia sperimentale nell’area archeologica di Poggio del Molino nel territorio di Populonia in collaborazione con l’Associazione Culturale Past in Progress della quale è socia fondatrice.
L’interesse per la ricerca la porta a fare incontri significativi come le danze sacre di Gurdjeff e maestri quali Lindsay Kamp, Dominique Dupuy, Stefano Cenci e Gaetano Ventriglia fino all’amore incontro, e dal quale non si separa, con l’Associazione Sosta Palmizi che diventa un punto di riferimento nelle figure dei maestri quali Giorgio Rossi e Raffaella Giordano che la porterà a conoscere ed intraprendere un corso di formazione triennale per artisti di Danza Sensibile condotto dal maestro Claude Coldy presso il Teatro dimora Mondaino, con il quale inizia un nuovo ciclo biennale di approfondimento. 
Dal 2014 sviluppa un progetto “Una danza possibile”, con l’intento di promuovere e diffondere nella sua città quella tipologia di danza appresa durante gli anni di ricerca , organizzando laboratori con protagonisti Giorgio Rossi e la Compagnia Dimitri Canessa e proponendo laboratori per adulti ed amatori tenuti personalmente dove unisce ai principi acquisiti sul movimento, la propria esperienza come counsellor ed insegnante, tenuti presso il Nuovo Teatro delle Commedie, avvalendosi della collaborazione delle Associazioni Pilar Ternera e del Cerchio.

Info e prenotazioni

OndaLab

Via Del Metallo, 1